paperblog

martedì 12 luglio 2016

CREARE UNA FINTA TURCHESE

La Turchese è una pietra semi-preziosa blu che si trova nella terra, più abbondantemente in Medio Oriente e nel sud-ovest americano. la Turchese spesso è stata trovata inclusa in rocce e terreno scavati in queste zome. Questa commistione viene chiamata Matrice, e spesso la roccia si trova in tutta la turchese creando interessanti modelli di venature. La turchese naturale può variare di colore da un cielo blu intenso al più pallido blu al verde-azzurro, e può essere chiazzato o di colore uniforme. La matrice è di solito marrone chiaro, marrone o nero.
 
ATTREZZATURA• un robot da cucina o un coltello affilato per tagliare l'argilla in grumi• vernice artigianale acrilica nera o  terra d'ombra bruciata per creare la matrice venata• carta velina (opzionale)per variare la consistenza e colore della matrice•  invasatura di sabbia bianca (opzionale) per una maggiore varietà, e dello scintillio, nella matrice• carta vetrata 220-grana umido / secco per rimuovere la matrice dalla superficie esterna

 
L'ARGILLAÈ possibile utilizzare uno dei vari marchi di argilla polimerica per questo progetto. La turchese naturale varia un po 'di colore, dal blu verdastro di turchese africana al'azzurro brillante del turchese dal sud-ovest americano, così ci si può sentire liberi di sperimentare con il colore per ottenere i risultati più piacevoli. I migliori colori che ho trovato sono Sculpey turchese (precedentemente chiamato "aqua") e Fimo luce turchese, con miscele di bianco e verde chiaro.La mia formula preferita è una miscela di due pacchetti di Sculpey III turchese, uno di perla verde, e la metà di un pacchetto di bianco; questo produce un blu leggermente verdastro. Se si desidera un blu brillante, è possibile utilizzare solo il turchese. Se si preferisce utilizzare Fimo, provate a utilizzare la luce turchese direttamente dalla confezione, o mescolato con menta e bianco.

 
IL PROCESSOFase 1: Preparazione della ArgillaDopo aver condizionato la tua argilla, come al solito, ed aver i colori, se si sta utilizzando una miscela, dividere l'argilla in palline delle dimensioni di una noce, e mettetele nel surgelatore fino a quando non  si sarà molto indurito, ma senza arrivare a ghiacciare.Fase 2: Tagliare l'argillaUtilizzare il robot da cucina per tagliare diverse palle di argilla alla volta. Si desidera ottenere piccoli grumi intorno a un ottavo di circa mezzo centimetro, con gli angoli frastagliati. Non lavorare l'argilla per troppo tempo; se l'argilla si scalda, gli angoli dei grumi saranno lisci, invece di frastagliati.Se non si dispone di un robot da cucina, è possibile creare i grumi in questo modo: stendere un foglio di argilla, usare un coltello affilato per tagliare in lunghe strisce sottili il foglio, quindi effettuare tagli inclinati irregolare attraverso ogni striscia per creare piccoli grumi. Se si utilizza un marchio di argilla morbida, raffreddare il foglio prima di tagliare; consiglio di assicurarsi che i grumi siano abbastanza frastagliati per un aspetto realistico. (Grazie a Porro Törrönen per ave creato questo nuovo metodo.)

Fase 3: creazione di ella MatriceIl modo più semplice per farlo è quello di scaricare l'argilla sulla superficie di lavoro e versare circa quattro grammi  di vernice unita a qualche goccia d'acqua. Se stai cercando di ricreare l'invasatura di sabbia, aggiungerne un pizzico
.immergerci i pezzettini di argila e lavorarli delicatamente con le dita, come si stesse condendo un'insalata. Si desidera ottenere che tutti i grumi di argilla siano rivestiti con la miscela di vernice, che renderà le venature scure nel finale.

Fase 4: progettare i pezzi da produrrePer ottenere i migliori risultati,  si dovrà essere molto delicati quando si modellerà: altrimenti rischieremmo di sformare l'argilla e di smussare i bordi frastagliati dei grumi. Premete abbastanza decisamente per far siche i grumi stiano ansieme tenendo la forma desiderata. Si può rotolare il pezzo delicatamente tra le mani, per lisciare la superficie, ma ricordate che una eccessiva manipolazione darà al pezzo finito un aspetto meno naturale. Al termine plasmare le perline,  e forarli con attenzione per evitare di distruggere il lavoro fatto.

Fase 5: cottura i pezzi
Utilizzare la temperatura del forno che utilizzate normalmente. Quando i pezzi escono dal forno, il rivestimento matrice li fa apparire come orribili piccoli grumi marroni. Non vi preoccupate; è normale. Potrete sbarazzarvi di questo brutto rivestimento per mostrare il turchese sotto nella fase successiva.
Passo 6: levigatura del Turchese
Dato che è necessario rimuovere lo strato più esterno di vernice, si dovrebbe iniziare con un grado piuttosto grossolano di carta vetrata bagnata / asciutta per questo progetto - circa 220. Tenendo il pezzo sotto l'acqua, cartare il rivestimento esterno fino a quando si è soddisfatti delle venature e dell'aspetto superficiale.È possibile ottenere un aspetto diverso continuando a scarteggiare fino a quando la superficie è liscia, invece di lasciarlo grumoso; dal momento che la vernice "matrice" è incastonata tra i pezzi di argilla e sulla superficie, non si rimuove mai completamente nemmeno con una accurata carteggiatura.
 
Passo 6: Finitura dei pezzi
Quando ti piace il look del pezzo, passiamo alla carteggiatura con carta vetrata fine, a partire da grana 400, poi lucidare per portare fuori la lucentezza. (Se è stato utilizzato invasatura di sabbia nel pezzo, potrebbe essere necessario cambiare la carta vetrata più spesso di quanto si è abituati a fare, perché la sabbia incorporata nel pezzo logora la carta vetrata usurandola prima del solito.)

 
IIDEE PER L'UTILIZZO DELLA TURCHESE

Qui ci sono alcune cose che puoi fare con turchese finto:
• Coprire un piccola scatola di legno o  di cartone, o una cornice.
• Creare cilindri, ciambelle, o altre forme di gioielli che sono troppo grandi da ottenere facilmente in turchese naturale.
• Creare pezzi irregolari da utilizzare come perline.
• Cuocere, carteggiare e lucidare piccoli trucioli o pezzetti di turchese, da intarsiare poi in forme piatte come con l'avorio.si possono intarsiare in argilla rossa o nera ad esempio.
E' particolarmente divertente per fare cose che non si possono fare con turchese naturale, sfruttando la versatilità della creta.
Grandi, perline funzionano bene con una superficie di forma irregolare, ma che sia stata levigata sufficientemente, solo per togliere il rivestimento della matrice; oggetti più piccoli e più delicati hanno un aspetto migliore se li sabbia fino ad ottenere una superficie liscia.
Il falso turchese va bene con colori scuri - nero, terra cotta, e marrone - e perline finto avorio. Mescolare con ossidato (annerisce) perline d'argento per un look Sud. Date un'occhiata alla galleria per vedere alcuni pezzi che utilizzano questa tecnica. 

tratto da  
the polimer clay spot http://www.jaedworks.com/clayspot/ 

Nessun commento:

Posta un commento